prima pagina cronaca politica economia calcio tecnologia salute scienza cultura costume spettacolo sport giustizia ambiente cinema e tv turismo meteo rubriche mondo curiosità motori

Dall'ospedale dove è ricoverato:"Amo la mia città. Pregate per me" . Quattro gli agenti indagati, uno per stupro. Tre notti di tensione alla periferia di Parigi

Theo, il ragazzo violentato dagli agenti,  chiede stop a guerra nella banlieue di Parigi

Theo, il ragazzo violentato dagli agenti,  chiede stop a guerra nella banlieue di Parigi

mondo

Ragazzo stuprato dopo controllo: 'Non facevano che insultarmi'. Le Pen condanna rivolta banlieue, 'difendo la polizia'

In Francia la rabbia per il ragazzo pestato dagli agenti. Theo: 'Fermate la guerra'

"Stop alla guerra" in banlieue: dopo tre notti di tensioni, Théo, il ragazzo vittima delle violenze della polizia a Aulnay-sous-Bois, ha lanciato un appello alla calma. Dal suo letto d'ospedale, durante la visita del presidente Francois Hollande, il ventiduenne ha rivolto un messaggio ai concittadini. "So quello che sta accadendo. Amo la mia città e quando tornerò vorrei ritrovarla come l'ho lasciata. Quindi, ragazzi, stop alla guerra. Pregate per me". Quattro agenti sono stati messi sotto inchiesta, di cui uno per stupro e altri tre per violenze di gruppo, su Théo. Marine Le Pen condanna le "sommosse" nella banlieue di Aulnay-Sous-Bois seguite al fermo, violentissimo, del giovane Théo da parte di quattro agenti e afferma che il suo "principio di base" è "sostenere la polizia". La leader del Front National è intervenuta in tv dopo aver visitato nel pomeriggio diversi commissariati dell'hinterland parigino. Commentando le violenze degli agenti sul ventiduenne di Aulnay-sous-Bois, Le Pen si è appellata al garantismo. C'è una procedura giudiziaria "in corso. Credo che la giustizia se ne stia occupando. Il mio principio di base è prima di tutto sostenere le forze di polizia e gendarmeria, almeno fino a quando i giudici non avranno dimostrato che è stato commesso un crimine o un delitto". Quattro agenti sono stati messi sotto esame, di cui uno per stupro e gli altri tre per violenza di gruppo, dopo il fermo del ragazzo ricoverato in ospedale con gravi ferite, incluso al retto. E però, sottolinea la candidata frontista, "non conosciamo il contesto in cui si è svolto il fermo e quindi basarsi così, su delle immagini, è abbastanza temerario". E ancora: "Credo che polizia e gendarmi lavorino in condizioni assolutamente spaventose e particolarmente la polizia che opera in banlieue. E' estremamente complicato per loro sul piano materiale, morale, spesso non hanno l'appoggio della gerarchia". Ha quindi chiesto di "non metterli alla gogna. Quando c'è un problema, su decine di migliaia di arresti, la giustizia se ne occupa con rapidità e (gli agenti, ndr) avranno modo di difendersi" in tribunale. Le Pen si chiede infine se questo "possa giustificare le sommosse a cui si è assistito da allora. La risposta è no". Nel pomeriggio, la candidata del Front National ha visitato i commissariati di Savigny, Athis-Mons e Jusivy ricordando il suo progetto presidenziale di "riarmare la polizia", sia "moralmente" sia dal punto di vista degli "effettivi". Ha poi insistito sulla necessità di un "grande piano di disarmo delle banlieue" Circa 500 persone avevano partecipato alla marcia di Aulnay-sous-Bois, banlieue a nord di Parigi, per manifestare la loro solidarietà a Théo, il ragazzo di 22 anni che sarebbe stato stuprato dopo un controllo di polizia giovedì scorso. Il giovane ha raccontato alla tv BFM: "I poliziotti non facevano che insultarmi. Sapevo che dove ci trovavamo non c'erano telecamere, sono riuscito a divincolarmi e sono arrivato dove c'erano. Non ho tentato di fuggire. Ho detto ai poliziotti 'avete rotto la mia borsa' e loro mi rispondevano che non gliene importava". Giovedì scorso Théo, dopo essere stato fermato per un controllo, è arrivato nel commissariato col volto tumefatto e "importanti lesioni" che "corrispondono chiaramente" all'introduzione di un manganello nel retto del giovane, ha confermato il referto medico dell'ospedale di Aulnay. Una versione confermata dalle immagini di videosorveglianza della polizia municipale e da diversi testimoni. IL VIDEO DELLE VIOLENZE   Un poliziotto è stato indagato per stupro e altri tre per violenze. Théo, ricoverato in ospedale, ha raccontato anche la violenza più terribile subita dai poliziotti. A Aulnay nel week-end ci sono state bruciate delle auto, un tentativo di dare fuoco a un autobus e il quartiere è rimasto al buio dopo il sabotaggio della rete elettrica pubblica. Domani una delegazione di madri del quartiere sarà ricevuta dal commissario di Aulnay. Benoît Hamon, candidato socialista alle presidenziali, ha dichiarato che si tratta di un atto "inammissibile e che va ristabilita una relazione di fiducia tra la polizia e la popolazione".

07/02/17 20:50

ansa

Dall'ospedale dove è ricoverato:"Amo la mia città. Pregate per me" . Quattro gli agenti indagati, uno per stupro. Tre notti di tensione alla periferia di Parigi

Theo, il ragazzo violentato dagli agenti,  chiede stop a 'guerra' nella banlieue di Parigi

Ragazzo stuprato dopo controllo: 'Non facevano che insultarmi'. Le Pen condanna rivolta, 'difendo la polizia' - VIDEO

Giovane pestato da agenti, vittima a banlieue: 'Stop guerra'

Ragazzo violentato, fermati 4 agenti, uno indagato per stupro

Terza notte proteste in banlieue Parigi

L'appello della vittima: "Ma ora stop violenze" Le Pen: "Sto con agenti" - Video 30 arrestati

Parigi, scontri nelle banlieue per giovane picchiato e violentato dalla polizia video

L'appello della vittima: "Ma ora stop violenze" Le Pen: "Sto con agenti" - Video 30 arrestati

Scontri nelle banlieue per il giovane picchiato e violentato dalla polizia video

In dotazione per agenti delle volanti dopo il test di alcune grandi città

Anche i poliziotti in città con lo spray al peperoncino

Per ottenere parte del bottino minacciavano le donne rom: "Se non pagate vi togliamo i bambini"

Milano, 7 anni a 2 poliziotti: chiedevano il pizzo ai borseggiatori della stazione

Scapigliatura, Divisionismo, influenze parigine Il secolo d'oro del figurativismo nostrano foto Milano: le mostre da non perdere fino al 2018

Da Hayez a Boldini in 100 capolavori foto Brescia celebra la pittura italiana dell'800

Dopo il ko con il Galles gli azzurri preparano la seconda sfida del 6 Nazioni, in programma sabato all'Olimpico di Roma. Il seconda linea invita a non ripetere gli errori dell'esordio: "Frustrante aver perso 33-7 contro una squadra al nostro livello. Ora affrontiamo un avversario diverso, dovremo andare a fermarli subito come ha fatto la Scozia"

Rugby, la ricetta di Biagi per fermare l'Irlanda: "Fondamentale toglierle l'iniziativa"

Il mercato degli affitti in Italia torna a crescere. Nel primo semestre i canoni di locazione delle grandi città ...

Affitti in ripresa, monolocali e bilocali tornano con segno positivo

Popolazioni in declino in 3 specie su 4, la maggioranza di gorilla, lemuri, oranghi e gibboni rischia di sparire

L'allarme: agricoltura, clima e malattie oltre la metà dei primati a rischio estinzione

Per 2016 finanziati anche quattro progetti di medicina sociale

Oltre 340mila accessi per l'Inmp, l''ospedale dei poveri'

Cisgiordania, l'ira di palestinesi e Turchia RepTv Stabile: "Vittoria coloni isola Israele"

Insediamenti, Onu contro Israele: "Violato diritto internazionale"

Dopo la sentenza del gup che assolve dall'accusa di diffusione di odio razziale, Ruth Dureghello ha chiesto l'intervento del Guardasigilli e del vicepresidente Csm

Dire "giallorossi ebrei" non è reato. Ministro Orlando: "Attendo motivazioni"

Francese di origini polacche, era il più antico vincitore vivente del Tour. Si è spento a 89 anni, legò il suo nome alla clamorosa sorpresa della Grande Boucle del 1956, conquistata dopo la classica fuga bidonedi LUIGI PANELLA

Ciclismo, morto Walkowiak: era la maglia gialla più antica

Incontro con il Capo dello Stato a Camerino "Non ci fanno parlare, inutile partecipare" video

Sisma, sindaci protestano con Mattarella Il presidente: "Avete diritto all'aiuto"

Misure rimandate dopo le proteste Le reazioni. Gli artigiani: no ai blocchi

Emergenza smog: salta la stretta sui diesel, pausa di riflessione per la giunta Appendino

"Costi record e città al buio".  E le nostre lampadine consumano molto di più. La videoscheda

Lampioni spenti e inefficienti la beffa dell'illuminazione pubblica in Italia