prima pagina cronaca politica economia calcio tecnologia salute scienza cultura costume spettacolo sport giustizia ambiente cinema e tv turismo meteo rubriche mondo curiosità motori

De Riccardis spiega complicità e silenzi che aiutano cosche

Libri: 'La mafia siamo noi', una dura verità per combatterla

Libri: 'La mafia siamo noi', una dura verità per combatterla

giustizia

De Riccardis spiega complicità e silenzi che aiutano cosche

Libri: 'La mafia siamo noi', una dura verità per combatterla

(ANSA) - MILANO, 07 FEB - La mafia è "il funzionario comunale che chiude un occhio e firma atti che non dovrebbe firmare", ma anche "lo studente che acquista pochi grammi di marijuana per una serata con gli amici" e tutti "noi, inconsapevoli strumenti di riciclaggio quando pranziamo nei ristoranti, balliamo nei locali, facciamo shopping nei negozi acquistati dai colletti bianchi dei clan". 'La mafia siamo noi' è il titolo 'duro' di un libro da poco pubblicato da Add Editore e scritto da Sandro De Riccardis, giornalista di cronaca giudiziaria per 'la Repubblica', che in 240 pagine racconta molte storie da cui emerge anche che "l'impegno condiviso di cittadini che credono in un progetto di riscatto è più forte della paura e dell'intimidazione". De Riccardis, che ha seguito le più importanti inchieste sulla corruzione e sulla criminalità organizzata negli ultimi anni, mostra come "ingegneri, geometri, architetti, lobbisti, medici, cancellieri di tribunali, piccoli e grandi imprenditori" siano "gli uomini più preziosi per le cosche, perché mentre i politici cambiano a ogni mandato, la rete di funzionari e burocrati della pubblica amministrazione resta sempre lì, dove una firma può valere milioni di euro". E allo stesso tempo presenta una verità difficile da digerire: "La mafia siamo noi quando non ci chiediamo 'Io che cosa posso fare?' nel luogo in cui siamo, nel tempo che viviamo, nel degrado delle nostre città, nel nostro quartiere, nel cortile del nostro condominio". Di fronte al 'cancro' delle mafie che pervade tutta Italia, da nord a sud, ciò che necessario è anche guardarsi allo specchio per prendere coscienza che "la mafia siamo noi che non capiamo che il crimine non è una categoria astratta. È l'imprenditore, ad esempio, che accetta il denaro sporco e lo rimette nell'economia sana", ma anche "la signora che chiama il potente del quartiere per riavere l'auto appena rubata".(ANSA).

07/02/17 20:51

ansa

De Riccardis spiega complicità e silenzi che aiutano cosche

Libri, è uscito 'La mafia siamo noi'

E' il titolo 'duro' di un libro da poco pubblicato da Add Editore e scritto da Sandro De Riccardis, che racconta molte storie da cui emerge anche che "l'impegno condiviso di cittadini che credono in un progetto di riscatto è più forte della paura e dell'intimidazione"

Libri, è uscito 'La mafia siamo noi'

L'allarme del colonnello Sandulli, capo degli investigatori antimafia di MARCO PREVE

La ’ndrangheta trasparente, allarme Dia: “Radicata in Liguria ma c’è chi non la vede”

Presidente Comitato, Commissione proporrà soluzioni normative

Antimafia: 'Juventus in grande zona grigia'

Presidente Comitato, Commissione proporrà soluzioni normative

Antimafia: 'Juve in grande zona grigia'

Fava dopo l'audizione dei pm dell'inchiesta su cosche e bagarinaggio: "Aspetti inquietanti, si convochi Agnelli"

'Ndrangheta in curva, forse sentiti dall'Antimafia i dirigenti della Juventus

Durante la partita di Serie A/2 del 29 dicembre 2016

Basket: Imola-Trieste, 7 tifosi denunce

L'attaccante spiega di essersi chiarito con Montella dopo il gesto di stizza al momento del cambio: "Normale voler rimanere in campo quando si perde, ma devo rispettare le sue scelte". Tutti recuperati in vista della trasferta di mercoledì contro il Bologna, mancherà solo lo squalificato Sosadi STEFANO SCACCHI

Milan, Bacca si scusa: "Ho sbagliato, pronto ad offrire la cena"

I dati presentati in occasione della firma del protocollo d'intesa per la legalità tra il Comune di Palermo e il centro La Torre. Mafia: 55 Comuni sciolti dal 1991

Sicilia, allarme colletti bianchi: raddoppiati i reati contro la pubblica amministrazione

Presidente Comitato, Commissione proporrà soluzioni normative

'Juve è in grande zona grigia'

Foggia. La rabbia dei genitori del giovane abusato da don Trotta: "Nessuno ci mise in guardia"

"Nostro figlio vittima dell’ex prete per colpa della Chiesa e dei suoi silenzi"

Incontro con il Capo dello Stato a Camerino "Non ci fanno parlare, inutile partecipare" video

Sisma, sindaci protestano con Mattarella Il presidente: "Avete diritto all'aiuto"

Le informazioni superfluee accumulate nella memoria durante il giorno si "sgonfiano" per lasciare spazio alle nuove esperienze. La nuova teoria in uno studio pubblicato su Science. E firmato da quattro italiani

Il sonno serve per cancellare ricordi inutili

Incontro con il Capo dello Stato a Camerino "Non ci fanno parlare, inutile partecipare" video

Sisma, sindaci protestano con Mattarella Il presidente: "Avete diritto all'aiuto"

Il 10 febbraio a teatro il terzo capitolo del passo a due voci dal titolo Parma (e pò pù)  

Nori e Ilari: al Tempo un inno d'amore per Parma

Oggi la pronuncia sul diritto dei mafiosi reclusi sotto il 41 bis di ricevere pubblicazioni · La rivoluzione culturale dei nuovi padrini di ATTILIO BOLZONI e LIANA MILELLA

Libri e carcere duro, decide la Consulta

Il Gresini Racing Team pronto per un 2017 da protagonista sia in Moto2 e Moto3. Il 18enne è tra i favoriti della ex 125: "Faremo grandi cose" ha dichiarato durante la presentazione, a Faenza. Il manager: "Siamo un top team e possiamo lottare per il titolo. E nella categoria superiore Navarro ci farà divertire"di MASSIMO CALANDRI

Moto 3, il Team Gresini punta al Mondiale: Di Giannantonio tra i favoriti

Lo ha detto il presidente e amministratore delegato della casa di Maranello durante la conference call con gli analisti finanziari sui conti 2016: "Mi aspetto che lo sport della F1 in generale faccia meglio, anche perché Liberty e Chase Carey conoscono molto bene il mondo dell'entertainment e sapranno rendere questo sport ancora più popolare"

Ferrari, Marchionne vuole comprare un pezzo di F1

Domani la pronuncia sul diritto dei mafiosi reclusi sotto il 41 bis di ricevere pubblicazioni · La rivoluzione culturale dei nuovi padrini di ATTILIO BOLZONI e LIANA MILELLA

Libri e carcere duro, decide la Consulta