prima pagina cronaca politica economia calcio tecnologia salute scienza cultura costume spettacolo sport giustizia ambiente cinema e tv turismo meteo rubriche mondo curiosità motori

Le informazioni superfluee accumulate nella memoria durante il giorno si "sgonfiano" per lasciare spazio alle nuove esperienze. La nuova teoria in uno studio pubblicato su Science. E firmato da quattro italiani

Il sonno serve per cancellare ricordi inutili

Il sonno serve per cancellare ricordi inutili

scienza

Le informazioni superfluee accumulate nella memoria durante il giorno si "sgonfiano" per lasciare spazio alle nuove esperienze e ottimizzare il consumo energetico del cervello. La nuova teoria in uno studio pubblicato su Science. E firmato da quattro italiani

Lo scopo del sonno? Dimenticare i ricordi inutili

ROMA - E' stato osservato per la prima volta nei topi, dove la maggior parte delle connessioni tra neuroni (sinapsi) si rimpicciolisce in media del 20% nel sonno. Ora la scoperta è pubblicata su Science dal gruppo di ricerca di Luisa De Vivo, Chiara Cirelli e Giulio Tononi all'Università del Wisconsin, a cui ha collaborato anche Michele Bellesi dell'Università Politecnica delle Marche. Lo studio fissa un punto fermo nell'annoso dibattito sul ruolo del sonno nel processo di apprendimento, confermando una teoria che Cirelli e Tononi avevano elaborato già diversi anni fa. "Secondo la loro ipotesi - racconta Bellesi - l'interazione con l'ambiente durante la veglia determina un progressivo potenziamento delle sinapsi, perché apprendiamo continuamente cose nuove anche senza accorgercene, mentre il sonno al contrario serve a depotenziarle, per farle tornare a livelli energeticamente più sostenibili e per permetterci di imparare ancora nuove cose il giorno successivo. Grazie a questo studio, siamo riusciti per la prima volta ad ottenere la prova visiva di questo fenomeno". Uno degli autori dello studio, il professor Giulio Tononi, dell'Università del Wisconsin Condividi   Usando un sofisticato microscopio elettronico 3D, i ricercatori hanno misurato e ricostruito quasi 7.000 sinapsi prelevate dalla corteccia sensoriale e motoria dei topi, prima e dopo il riposo, costruendo così "il più grande database di sinapsi al mondo", sottolinea Bellesi. Dopo quattro anni di lavoro "lungo e meticoloso - prosegue il ricercatore - abbiamo verificato che otto sinapsi su dieci (soprattutto quelle piccole e medie) si rimpiccioliscono in modo proporzionale alle loro dimensioni, mentre quelle più grandi, che conservano le informazioni più importanti, rimangono stabili". Partendo da questi risultati, i ricercatori intendono ora indagare gli effetti scatenati a livello cellulare dalla carenza di sonno e dagli alterati ritmi di sonno-veglia tipici della vita moderna. Lo stesso Bellesi proseguirà i suoi studi in Italia esaminando in particolar modo le cellule gliali, che hanno funzione nutritiva e di sostegno per i neuroni.

03/02/17 23:20

repubblica

Su Nature Astronomy uno studio sugli elementi stellari tra i promotori Gianluca Imbriani della Federico II

Fisico napoletano svela i misteri della polvere di stelle

L'attrice legge il romanzo di Charlotte Brontë nell'audiolibro pubblicato da Emons

Jane Eyre ha la voce di Alba Rohrwacher. "Per imparare a ottenere quel che si sogna"

Dopo le esperienze tv, la più social tra Big approda al festival

Comello, torno a musica, mio primo amore

Scambio informazioni per verifiche su squadre

Basket: rinnovato accordo A.Entrate-Fip

Allarme per le nuove minacce alle infrastrutture. Il caso Ucraina e i pericoli per il sistema italiano · Video "Presto milioni di posti di lavoro" · Video "Fondamentale condividere informazioni"

Dal maltempo al rischio cyberattacchi: la rete elettrica alla prova sicurezza

Secondo alcune voci il servizio di Facebook starebbe pensando di dare la possibilità di controllare la localizzazione di altri in tempo reale

E' polemica sulla presunta funzione di WhatsApp per tracciare le persone

Ipotesi basata sulle osservazioni del satellite europeo Planck foto   di MASSIMILIANO RAZZANO

Universo, una nuova teoria "Viviamo in un ologramma"

Fa 'scricchiolare' la teoria attuale, possibile spiraglio su nuova fisica

Nuova misura dell'espansione dell'universo

Apprezzata da molti italiani per trattare lombalgie, cefalee, reflusso gastroesofageo e sindrome del colon irritabile, si rivela utile anche in pediatria e per trattare il dolore in gravidanza di PAOLA EMILIA CICERONE

Osteopatia, una scelta per 10 milioni di italiani Ma c'è ancora attesa per un riconoscimento

Apprezzata da molti italiani per trattare lombalgie, cefalee, reflusso gastroesofageo e sindrome del colon irritabile, si rivela utile anche in pediatria e per trattare il dolore in gravidanza di PAOLA EMILIA CICERONE

Osteopatia, una scelta per 10 milioni di italiani Ma c'è ancora attesa per un riconoscimento

Nel giorno del Safer Internet Day, i dati dell’Osservatorio nazionale adolescenza tracciano il quadro delle nuove patologie delle nuove generazioni: Like addiction, nomofobia , o paura che si scarichi il cellulare e vamping, le notti insonni sui social network di IRMA D'ARIA

"Mi metto a dieta per un like su Fb in più", adolescenti a rischio nuove dipendenze

Popolazioni in declino in 3 specie su 4, la maggioranza di gorilla, lemuri, oranghi e gibboni rischia di sparire

L'allarme: agricoltura, clima e malattie oltre la metà dei primati a rischio estinzione

Aiuta cervello e sistema cardiovascolare. I risultati di uno studio dell'università di Edimburgo confermano il ruolo di questo tipo di alimentazione per proteggerci dalle patologie neurodegenerative, ma anche da altri problemi che minacciano la salute soprattutto con l'età di IRMA D'ARIA

Dieta mediterranea, l'elisir di lunga vita che ci protegge

Uno studio internazionale ha individuato una correlazione tra forma del cervello e carattere

"La corteccia cerebrale legata ai tratti della personalità"

L'intervista. Dal 2014, Chris Mattmann fa parte di uno dei gruppi di studio all'opera su Memex. programma finanziato dalla Difesa Usa. Obiettivo: un motore di ricerca il web invisibile ai più di ROSITA RIJTANO

"Io, scienziato della Nasa farò un browser per cercare anche nel web nascosto"

Il trilocale rimane la tipologia di casa preferita dagli italiani. Secondo l'analisi delle compravendite del ...

Case: le famiglie italiane comprano il trilocale