prima pagina cronaca politica economia calcio tecnologia salute scienza cultura costume spettacolo sport giustizia ambiente cinema e tv turismo meteo rubriche mondo curiosità motori

 Commissione, servono i dettagli delle misure, contatti in corso

Gentiloni:

Gentiloni: "Non rischiamo procedure di infrazione"

economia

Bruxelles avvia l'esame della lettera ma teme sforzi insufficienti

Lettera dell'Italia all'Ue, Padoan: "Procedura infrazione allarmante". Gentiloni: "Rispetto regole senza misure depressive"

L'Italia non arretra davanti ai rilievi Ue: Patto di stabilità pienamente rispettato e debito soddisfacente, afferma Padoan. Abbiamo ricevuto la risposta italiana e ora ne valuteremo i contenuti, affermano da Bruxelles. Intanto Gentiloni rassicura: 'Siamo fuori da procedure di infrazione'.   "Nessuna manovra estemporanea: riduciamo il debito nel nostro interesse con una strategia che protegge la crescita". Così, in un tweet, il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan definisce la strategia di finanza pubblica portata avanti finora dall'Italia e illustrata nella lettera di risposta inviata ieri alla Commissione Ue. Moscovici, indispensabile Italia riduca deficit- L'Italia "faccia quello che deve fare, che riduca il deficit è indispensabile, mentre altri Paesi con surplus devono usarlo per investimenti": lo ha detto il commissario agli affari economici Pierre Moscovici alla presentazione del suo libro 'S'il est minuit en Europe'. "Moscovici ha ribadito che "il debito italiano è elevato, ci sono delle regole - ha aggiunto - ma vogliamo che l'Italia resti un Paesi credibile e solido". E finora "abbiamo sempre cercato soluzioni comuni, sia con Padoan che col Governo", ha aggiunto. Moscovici, obiettivo Eurogruppo evitare procedure - "E' da cinque anni che sono all'Eurogruppo, prima come ministro e poi come commissario, e posso dire che il suo obiettivo è evitare procedure", non aprirle: lo ha detto il commissario agli affari economici Pierre Moscovici alla presentazione del suo libro 'S'il est minuit en Europe' rispondendo a chi gli chiedeva se l'Italia rischia una procedura per debito. Nessuna #manovra estemporanea: riduciamo il debito nel nostro interesse con una strategia che protegge la crescita https://t.co/CkVKqJfJTs — PCPadoan (@PCPadoan) 2 febbraio 2017 Il ministro dell'Economia, parlando dell'aggiustamento dei conti pubblici al question time al Senato, sottolinea che "le misure verranno adottate al più tardi entro fine aprile, presumibilmente anche prima" della presentazione del Def.  Commissione si aspettava maggiori dettagli, fanno sapere fonti Ue. Gentiloni, rispetto regole Ue senza misure depressive - La lettera inviata all'Ue è sulla linea secondo cui "l'Italia rispetta le regole ma senza decisioni che possano avere effetto negativo, depressivo sull'economia. E' il momento, penso che tutti se ne rendano conto in Europa, di accompagnare la crescita e prendere quindi nel rispetto delle regole europee le misure nei modi e nei tempi che consentano di accompagnare la crescita e avere effetti contrari". Lo dice il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in conferenza stampa a Palazzo Chigi. Il governo non arretra quindi. Ancora una volta, il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, difende di fronte all'Europa la strategia di finanza pubblica portata avanti finora dall'Italia, definendola completamente rispettosa del Patto di stabilità. La risposta al commissario Pierre Moscovici e al vicepresidente Valdis Dombrovskis consiste in una lunga lettera corredata da un apposito "rapporto sui fattori rilevanti" che incidono sull'andamento del debito pubblico italiano. Un documento dettagliato in cui i risultati di contenimento del debito e la traiettoria di discesa indicata per il futuro vengono giudicati "più che soddisfacenti" per un Paese come il nostro, a dispetto dei rilievi evidenziati dalla Commissione poco più di due settimane fa. L'aggiustamento di circa 3,4 miliardi di euro (pari allo 0,2% del Pil) richiesto da Bruxelles per rispettare le tappe di avvicinamento all'obiettivo di medio termine di deficit strutturale (elemento su cui il debito ha il suo peso specifico), viene considerato eccessivo. Anche perché, scrive Padoan, una correzione troppo rapida dei conti, così come l'Europa vorrebbe, non farebbe che danneggiare la ripresa, proprio ora che l'economia italiana sta dando segnali superiori alle aspettative. L'allerta deve essere massima di fronte all'accresciuta incertezza finanziaria e geopolitica che il mondo sta di nuovo attraversando. Brexit e Trump hanno evidentemente il loro peso e stringere ora ulteriormente le maglie potrebbe essere controproducente per lo stesso percorso di consolidamento dei conti, fino a diventare "autolesionista". Fin qui la controffensiva. Ma per evitare il muro contro muro e dimostrare di poter meritare la fiducia europea, il governo promette di proseguire nello sforzo di riforma strutturale portato avanti dal precedente esecutivo e di rilanciare le privatizzazioni, nonostante il recente stop dovuto a condizioni di mercato sfavorevoli. Nel Def verrà poi messa a punto di una strategia rafforzata di tagli alla spesa, accompagnata da un potenziamento della lotta all'evasione (grazie anche all'estensione della reverse charge sull'Iva) e da nuove entrate fiscali. Padoan parla di possibili a ritocchi di accise e tassazione indiretta. La regina delle imposte indirette sarebbe l'Iva, ma Matteo Renzi ha più volte negato l'intenzione di aumentare l'aliquota dopo lo sforzo fatto nella legge di bilancio per disinnescare le clausole di salvaguardia. Più probabile quindi che si possa andare a toccare imposte come quella di bollo o di registro, il cui impatto mediatico è sicuramente meno forte. Ogni decisione è comunque rimandata ai prossimi mesi. Il Def non sarà infatti scritto prima di aprile e comunque, per definizione, il Documento di economia e finanza è per l'appunto un documento programmatico, che necessita poi di provvedimenti di legge per essere attuato. Il governo punta peraltro a raggiungere nel 2016 una crescita del Pil maggiore dello 0,8% stimato fino ad ora ed anche pochi decimali potrebbero rimescolare in parte le carte in tavola. Padoan mette infine le mani avanti sulle spese per il terremoto. Difficile quantificare ora l'effetto finanziario della tragedia che ha sconvolto il Centro Italia, ma l'impatto potrebbe andare ben oltre il miliardo di euro. Cifra che sarà stanziata con un Fondo ad hoc.

08/02/17 06:50

ansa

Decisione Commissione pubblicata in Gazzetta Ufficiale

Xylella: in vigore misure Ue, ora Francia dovrà adeguarsi

Fonti Ue, con ritardo possibile Commissione ritiri dossier

Ue: 28 divisi su riforma agricoltura bio, rischio rinvio

Incontro tra Comune e As Roma. Il vicesindaco "Costruttivo, siamo soddisfatti". Raggi assente Totti: "Brindisi con la sindaca dopo la firma"

Stadio Roma, Bergamo: "Ottimista" video Berdini ai costruttori: "No alla roulette"

Totti: brinderò con Raggi quando ci sarà via libera · Olimpico, Minniti: "Presto via le barriere"

Stadio della Roma, l'assessore Berdini: "I costruttori vogliono i metri cubi" video

Nominata dalla commissione istituita dal Mibact in una rosa di 10 finaliste. Succede a Pistoia e a Mantova

Palermo capitale italiana della cultura 2018 Orlando: "Premiata città dell'accoglienza"

Finanziamenti insufficienti per farlo vivere,'siamo in bolletta'

Doglioni, Ingv non ha fondi per fare ricerca

Mercoledì presidente Commissione straordinaria Ostia, Vulpiani

Massoneria:in Antimafia domani audizione di altre due logge

Accordo fra Consiglio, Parlamento e Commissione europea sui prezzi all'ingrosso

Roaming addio da metà giugno, cade l'ultimo ostacolo nell'Ue

Nel mirino la presidente della commissione Della Monica di OTTAVIA GIUSTETTI

Dopo il caso Enzo B scoppiato a Torino, domani audizione in Senato sul caos adozioni

Commissione di inchiesta, dal 1950 in poi, oltre 4400 le denunce

Australia: 7% preti accusati di abusi

Presidente Comitato, Commissione proporrà soluzioni normative

Antimafia: 'Juventus in grande zona grigia'

Commissione proporrà soluzioni su norme

Antimafia: Di Lello, Juve in grande zona grigia

Presidente Comitato, Commissione proporrà soluzioni normative

Antimafia: 'Juve in grande zona grigia'

Presidente Comitato, Commissione proporrà soluzioni normative

'Juve è in grande zona grigia'

Il 27 febbraio la legge elettorale sarà all'esame dell'aula di Montecitorio. Lo hanno deciso i capigruppo di Montecitorio

Legge elettorale, in aula il 27 febbraio

Il 27 febbraio la legge elettorale sarà all'esame dell'aula di Montecitorio. Lo hanno deciso i capigruppo di Montecitorio

Legge elettorale, in aula il 27 febbraio

Mogherini: "Aspetto forte sostegno Ue all'intesa". Gentiloni: "Pretendiamo rispetto accordi ricollocamenti''

Leader Ue: pieno sostegno ad accordo Italia-Libia su migranti

Il governo lima la lettera di risposta ai rilievi europei sui conti pubblici. Si riunisce direttivo Bce. da Fed attesa decisione su tassi

Ue, oggi risposta Italia a Bruxelles. Gentiloni riceve Tusk

Mogherini, aspetto forte sostegno Ue all'intesa

Gentiloni: 'Fatta la nostra parte sui migranti, ora risorse Ue'

Mogherini, aspetto forte sostegno Ue all'intesa

Gentiloni: 'Fatta la nostra parte sui migranti, ora risorse Ue'

Mogherini, aspetto forte sostegno Ue all'intesa

Gentiloni: 'Fatta la nostra parte sui migranti, ora risorse Ue'

La procedura nei confronti del nostro paese si riferisce ai superamenti dei limiti di biossido di azoto in sette regioni per il mancato rispetto delle norme europee

Ue, in arrivo nuovo richiamo all'Italia sulle emissioni dei motori diesel

Bruxelles non ha rispettato iniziativa cittadini Right2water

Acqua è un diritto umano, scontro Parlamento-Commissione Ue

Nessun film italiano in concorso, presenti Canonero e Guadagnino

Berlino: poca Italia, tante star